A Salerno il Wi-Fi è Fantasmagorico!

a-salerno-il-wi-fi-e-fantasmagorico-2173831520

 

A Salerno il Wi-Fi è fantasmagorico

In piena campagna elettorale, Aprile 2011, il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca promise, come comunicato e pubblicizzato anche sui totem per il 150° dell’Unità d’Italia, che da Giugno 2011 sarebbe partita una “…vera rivoluzione…”.

 

connessione-wi-fi-salerno-uai-fai-assente

 

Salerno: Wi-Fi libero e gratuito per tutta la città“, questa la promessa del Sindaco.

E ancora: “…Si comincia con il Centro Storico, poi in pochi mesi, si copre tutta la città, compresi i rioni collinari…”, come si può leggere ancora oggi sui totem per il 150°esimo sparsi in tutta la città.

 

totem-wi-fi-salerno-figli-delle-chiancarelle-2

 

A nove mesi di distanza, i “Figli delle Chiancarelle” hanno testato sull’intero territorio cittadino il servizio propagandato dall’amministrazione comunale con grande enfasi, verificando il suo reale funzionamento, attraverso una serie di accurati test e rilevamenti, durati circa due settimane, dal 13 al 30 Gennaio 2012, e pubblicati di volta in volta sulla nostra pagina facebook.

I test effettuati con diverse modalità e sistemi di connessione (tablet con sistema operativo Android, iPhone e iPad Apple; Notebook e Netbook Microsoft con sistema operativo Windows – software: Speedtest app e con www.speedtest.net) hanno dato i seguenti risultati, rappresentati graficamente sulle cartine delle varie zone della città di Salerno realizzate ad hoc dai Figli delle Chiancarelle.

 

wi-fi-mappa-visuale-salerno-figli-delle-chiancarelle

 

Emerge che il segnale considerato “sufficiente” (riscontrato solo in alcune piazze del centro)raggiunge 2.5Mbps, mentre la maggioranza degli hotspot consente connessioni al massimo di 0.9 Mbps, rendendo difficile sia la semplice navigazione web che la consultazione della posta elettronica (considerando che una tradizionale connessione da un telefonino 3G, non utilizzando il wifi, si aggira in media sui 1.5Mbps e con traffico dati flat e illimitato ha un costo di circa 5€ al mese).

Il giudizio complessivo, rispetto alle attese suscitate dal primo cittadino di Salerno, è di un servizio MEDIOCRE, assolutamente non corrispondente a quanto pubblicizzato.

wifi-elenco-strade-testate

 

Oltre al clamoroso ritardo nella realizzazione su tutto il territorio cittadino, ricordiamo infatti che a più riprese il Sindaco, da aprile in poi, ha ribadito in televisione che il Wi-Fi avrebbe coperto tutto il centro ed in autunno tutta la città di Salerno.

Così non è stato.

Il servizio, in sostanza, risulta localizzato e fruibile solo in pochi punti ed, anche in questi, con qualità di collegamento ed utilizzo differenti: Piazza Ferrovia, Piazza Flavio Gioia, Piazza Sedile di Portanova, zona Palazzo di Città, Villa Comunale, solo all’aperto ma il segnale cade se si entra in uno spazio chiuso (bar, negozi, librerie, pubblici uffici). Nelle strade adiacenti i punti prima indicati il segnale si perde.

Per quanto riguarda la zona orientale (ad eccezione del parco del Mercatello dove il servizio raggiunge la sufficienza) ed i rioni collinari il servizio può tranquillamente definirsi fantasma.

Un’ultima annotazione, è stato possibile valutare la possibilità di connessione al Wi Fi di Salerno alla presenza di un numero esiguo di utilizzatori.

Pertanto, aumentando il numero degli utenti collegati, il Wi-Fi in salsa salernitana tende inevitabilmente al peggioramento

 

>>>>>>>>> Ghost UaiFai in è qui

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *