Fontanelle: la Sovrintendenza sostiene l’iniziativa FDC

figli-delle-chiancarelle-fontanelle

 

La Sovrintendenza BSAE risponde ai Figli Delle Chiancarelle: “Sosteniamo la vostra iniziativa per salvare gli ultimi due esemplari delle storiche fontane del Lungomare”.

Il destino degli ultimi due esemplari delle fontanelle storiche del Lungomare di Salerno sta a cuore anche alla Sovrintendenza BSAE. La sovrintendete per i beni storici, artistici ed etnoantropologici, dottoressa Maura Picciau ha risposto alla lettera-appello che i Figli delle Chiancarelle hanno inviato lo scorso 27 Febbraio 2012.

In quell’appello, protocollato anche presso la Sovrintendenza Bap, che ancora non ha risposto, i Figli delle Chiancarelle chiedevano di porre attenzione ai giardinetti pubblici di Via Benedetto Croce dove resistono all’incuria ed all’abbandono le ultime due fontane superstiti di un tipo diffuso in città dai primi del Novecento, ripreso negli anni sessanta, ma poi scomparso dopo i vari interventi di trasformazione avvenuti negli ultimi decenni.

La sovrintendente Maura Picciau ha risposto che intende sostenere l’iniziativa dei FDC, ha segnalato al Comune di Salerno ed alla Sovrintendenza Bap che le fontane, qualora si proceda ad una riqualificazione dei giardinetti, vengano tutelate e restaurate per salvaguardarne l’originalità. Infine il suo ufficio si rende disponibile anche ad eventuale progetto di restauro.

I Figli delle Chinacarelle ringraziano la Sovrintendete Maura Picciau per la risposta e si auspicano che anche il Sindaco Vincenzo De Luca ed il Sovrintendente BAP Gennaro Miccio possano sostenere l’iniziativa volta al recupero della nostra storia e delle nostre tradizioni.

 

Il glossario delle Chiancarelle

a-salerno-il-wi-fi-e-fantasmagorico-2173831520

 

Il glossario delle Chiancarelle

Mini raccolta dei termini che carattezzano il chiancarellese, l’idioma ufficiale dei Figli delle Chiancarelle

AFAMMOK = espressione onomatopeica esprimente giubilo, soddisfazione, esultanza, letizia e tripudio

BABA’ = dolce tipico della tradizione partenopea – “fare i baba'”, espressione indicante affari poco chiari, in specie quelli di politici e amministratori locali.

BABBARIA = stupidagine – espressione satirica di dissenso nei confronti del Sindaco.

BARBIERE = (di via Salvatore Calenda), mitico e anonimo oppositore del Luce, che osò criticare il suo operato urbanistico.

BRAND: (o Logo) oggetto insignificante che costa 200.000 euro

CLAMASTRAORDINARIO = neologismo – ruvismo. Composto da: clamoroso e straordinario, per definire le strabilianti grandi opere del Luce

CAFONE = nostalgico delle baracche (vedi pinguino – sfessato)

CHIANCARELLE: assi di legno usate per la costruzione di solai  – tavolette di legno – zona di Salerno un    tempo adibita a lavorazione del suddetto legname, ora del tutto cementificata – in senso dispregiativo = degrado; in senso positivo = luogo della memoria cittadina

CUOPPO (fritto) = specialità gastronomica della Salerno europea – piccolo babà (vedi voce) teso a favorire gli amici dell’Amico in ogni genere di attività

ESSATO = marcato con il logo S

EUROPEO: sinonimo di efficienza contrapposto a Chiancarelle

FRULLINO = giovane amante immortalato sui muri cittadini

INCEPPATI (club degli) = secondo il Luce, i nostalgici supporters dell’Ippocampo

JATEVENNE = popolare invocazione augurale di rimozione pacifica del personale dirigente e politico di una comunità, società partecipata

LAMENTOSITA’ = neologismo – ruvismo, introdotto dal Luce per definire l’atteggiamento critico dei bambini e in generale dei Salernitani.

LUCE: fenomeno ottico – sinonimo di Sindaco di Salerno (il Luce, De Luce ecc.).

LUPINI: vedi alla voce Pullanchella

METTIMALE = malpensante, sinonimo del più comune jettatore, definizione riferita ai contestatori delle Grandi Opere del Ventennio, veri responsabili della incompletezza delle stesse poichè portatori di cattivi auspici.

MISTER BIS = portavoce del sindaco

MULTIPLO: attributo del Brand (vedi voce)

NEBULIZZARE: In particolare, azione esercitata dalla costruenda sirenetta di P.zza della Libertà per stupire i turisti Giapponesi – In generale, qualsiasi azione mediatica messa in atto dal Sindaco.

PEDOFILO = abitante delle Chiancarelle prima del 1993

PINGUINO = in genere, oppositore e contestatore della politica luminosa (vedi pinguino – cafone)

PIPPE (VARIE) = qualsiasi obiezione rivolta al luminoso operato del Luce (sin. Lamentosità)

PITTOGRAMMA: un simbolo che rappresenta con un solo segno: un cavalluccio marino, una sirena, i Longobardi, il mare, il sole ecc. ecc.

PLEBEISMO = termine usato da Abdon Alinovi per designare la tradizione politica salernitana alla quale si è formato il Luce, da questi usato a sua volta nei confronti dei Salernitani (espressioni: residui di p.)  (sinon., provincialismo)

PROVINCIALISMO =  vedi, plebeismo.

PULLANCHELLA: cibo preferito dai Figli delle Chiancarelle e , in generale, da tutti i cafoni salernitani, ma aborrito dai buongustai europei come il sindaco

QUELLO DI LONDRA = oscuro personaggio residente nella capitale britannica che trama contro Sua Luminosità

ROCCO (duro) = erroneamente attribuito al noto pornodivo, trattasi invece di perfomances musicali che saranno inscenate a p.zza della Libertà (“Avremo l’ira di Tio, il rocco duro”).

SCAMPAFORCHE = allegorica, nonchè amabile, definizione di quanti, come i Figli delle Chiancarelle, non suonano i piattini per le realizzazioni lucenti. Viene riferita anche a coloro si vorrebbe auspicare la pena del supplizio di San Bartolomeo in Armenia, ovvvero lo scorticameto dal vivo.

SEMENTE: vedi alla voce Pullanchella

SFESSATO = in genere, ogni oppositore e contestatore della politica luminosa (vedi pinguino – cafone). Da non confondere con “essato” (vedi).

SIRENETTA: vedi alla voce Nebulizzare

STRAORDINARIO: aggettivo indicante qualsiasi banalità realizzata dal Sindaco

TERZOMONDO: sinonimo di Chiancarelle adottato dai grafici di New York

TROCA: invadeva Salerno prima del 1993 (vedi, pedofilo)

UROTURISMO: turismo povero praticato da masse di visitatori, che si limitano a svuotare le vesciche nei vari esercizi commerciali in cambio dell’acquisto di un caffé o di una pizetta

VAZAPP = bonario suggerimento rivolto a politici, amministratori, imprenditori, giornalisti e altri, affinché si dedichino ad attività ecocompatibili